Per un'esperienza migliore su FeelMemory, abilita javascript nel tuo browser.
PROGETTO SUD

L’Istituto Progetto Sud è una Organizzazione Non Governativa (ONG) senza fine di lucro italiana, nata nel 1984 formalmente riconosciuta con decreto di idoneità del Ministero Affari Esteri italiano n. 1988/128/4191/6D del 14 settembre 1988.
L’Organizzazione promuove e realizza programmi di sviluppo, assistenza, formazione, ricerca ed informazione nei Paesi in Via di Sviluppo e nei paesi con economie in transizione.
L’Organizzazione è senza fine di lucro e ha la sede legale a Roma e sedi operative in numerose regioni italiane.
I progetti su cui lavora l’Istituto hanno come obiettivo la tutela e l’ampliamento dei diritti, il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini e dei lavoratori del Sud del mondo, dei nostri connazionali all’estero e la promozione e crescita dell' associazionismo e dell’advocacy della società civile nazionale ed internazionale.
Accanto a questa attività internazionale l’Istituto organizza seminari, corsi e fornisce materiale didattico, rivolto alle scuole ed ai luoghi di lavoro sulle tematiche dell’educazione allo sviluppo.
 
Progetto Sud ha un network composto dalle sedi legalmente riconosciute dalle autorità governative nei paesi in cui opera. Ad oggi, il network è composto da Progetto Sud Brasil, Progetto Sud Argentina, Progetto Sud Perù, Progetto Sud Ecuador, Progetto Sud Kenya, Progetto Sud Libia.
A seguito delle attività degli anni 2000,l’Istituto ha una sede in Montenegro, riconosciuta fino al 2005, ed oggi in fase di rinnovamento.
 
Negli ultimi anni, inoltre, l’Istituto presta particolare attenzione al Bacino del Mediterraneo dove ha concentrato le proprie attività in progetti volti prevalentemente allo sviluppo agroalimentare, alla gestone dei flussi migratori e all’inclusione sociale degli immigrati, collaborando con la DGCS/Ministero degli Affari Esteri e con enti locali italiani, con i sindacati dei paesi interessati a queste tematiche. Proprio in questa prospettiva, Progetto Sud ha realizzato, oltre a workshop internazionali, seminari intersindacali in Egitto e in Libia.
 
Progetto Sud è stata ufficialmente riconosciuta dalle autorità governative della Nuova Libia, con decreto del Ministero della Cultura e degli Affari Sociali. Tale riconoscimento autorizza Progetto Sud ad operare su tutto il territorio libico per sette anni rinnovabili.
Attualmente l’Istituto ha la propria sede a Bengasi, dove è in corso un progetto pilota di formazione imprenditoriale e sindacale che sta riscuotendo un grande successo.
 
Inoltre, Progetto Sud sta rivolgendo le proprie energie verso l'America Latina e Centrale.
Progetto Sud Brasil è attivo dal 1993, anno in cui ha aperto la prima sede di rappresentanza in Brasile, nella città di San Paolo, oggi l’Istituto conta altre due sedi in Salvador de Bahia e Rio de Janeiro. In Brasile, grazie a partnership con istituzioni governative e non governative, sia brasiliane che italiane, sindacati ed associazioni della società civile, Progetto Sud realizza progetti di formazione e qualificazione professionale, mirate alla creazione di lavoro ed impresa, reddito e sviluppo sociale, contribuendo così al miglioramento delle condizioni professionali e di vita dei lavoratori e dei cittadini brasiliani. Gli altri nostri principali settori di attività sono: difesa e rafforzamento dei diritti civili e sindacali, tutela dell’ambiente, difesa dei diritti dei bambini, delle popolazioni indigene e dei portatori di handicap.
 
In Argentina, la presenza dell’Istituto in Argentina è ripresa nel 2002, dopo un periodo di assenza, in concomitanza con la grande crisi economica e sociale che ha investito il paese sudamericano. Nel 2002 – 2003 insieme al sindacato CGT ed all’università dell’Impresa UADE si è realizzato un progetto di formazione e creazione d’impiego volto al management nel settore turistico, progetto co-finanziato dalla Regione Lombardia.
Nel 2004 e nel 2005 si sono rafforzati i legami con i partners locali, anche grazie alla presenza della UIL in loco tramite l’Ital, e si è iniziata una collaborazione con una ONG italiana presente nel Paese, presentando congiuntamente tre iniziative al Ministero Affari Esteri, una delle quali vede Progetto Sud capofila (“Rafforzamento del tessuto associativo e produttivo dei riciclatori informali del Gran Buenos Aires”), e due in cui la nostra ONG è partner (“progetto di sviluppo delle attività produttive tessili femminili nell’area del Gran Chaco, provincia di Formosa” e “Supporto alle Micro & Piccole Imprese produttive del Municipio di Almirante Brown”, Buenos Aires).
Nel 2008 Progetto Sud ha iniziato un progetto cofinanziato dal Ministero Affari Esteri in Argentina, dove l'Istituto ha aperto una sede a Buenos Aires. Il progetto, “Rafforzamento del tessuto associativo e produttivo dei riciclatori informali del Gran Buenos Aires”  mira a rafforzare il movimento cooperativo argentino, in particolare a migliorare le esperienze in atto nel settore dei raccoglitori di residui di Buenos Aires e dei municipi vicini, sostenendo il passaggio da associazioni spontanee a cooperative strutturate.
 
Nel corso dell’ultimo anno, Progetto Sud ha avviato le procedure di rinnovo di registrazione dell’Istituto in Perù, dove è stata aperta una sede a Lima e dove si sta lavorando per rafforzare la presenza progettuale in loco grazie a finanziamenti bilaterali tra il Governo italiano e il Governo peruviano e attraverso la ricerca di finanziamenti di Organizzazioni Internazionali.
 
Dopo la presentazione di registrazione in Ecuador, Progetto Sud ha ottenuto l’assegnazione di una partnership per un progetto finanziato dal Fondi Italiano Ecuadoriano relativo alla produzione del cacao, simbolo di una nuova politica di peacebuilding del Governo di Correa. In prospettiva di questa linea strategica e pianificazione a medio termine, Progetto Sud  sta avviando le registrazioni in Guatemala e in Costa Rica.
 
Progetto Sud, infine, è operativo in Pakistan, dove opera in partenariato in un progetto finanziato dalla Riconvesione del Debito, il progetto verte sulla creazione di un incubatore di imprese con relativa formazione professionale nel settore marmifero.
 
 
Le finalità principali
Progetto Sud, come obiettivi statutari, si prefigge di :

favorire il progresso economico, sociale, tecnico e culturale dei lavoratori dei Paesi in Via di Sviluppo (PVS), dei paesi con economie in transizione e dei nostri connazionali migrati all’estero;

favorire il superamento di condizioni d'aiuto meramente assistenziali e di quelle puramente mercantili per introdurre, dove le condizioni lo consentano, occasioni di sviluppo a quote di mercato per gli investimenti nel Sud e per avviare reali forme di integrazione Nord-Sud ed allo sviluppo sostenibile locale;

favorire il dialogo tra le culture e promuovere l’educazione alla pace a livello nazionale ed internazionale;
attivare una maggiore conoscenza e sensibilità dell’opinione pubblica sulle tematiche socio-economiche dei PVS e del rapporto Nord-Sud;

contribuire a dare una soluzione alle problematiche relative ai fenomeni migratori ed alla gestione dei flussi migratori.
 
I partner principali dell'Istituto sono gli attori della società civile (Organizzazioni Non Governative e associazioni) dei Paesi in Via di Sviluppo e con Economie in Transizione e le Istituzioni locali: con loro vengono individuati e concordati i progetti di cooperazione, nel quadro degli orientamenti e della politica estera del Ministero degli Affari Esteri Italiano, dell'Unione Europea e degli altri Organismi Internazionali.
 
Le attività in Italia e nell’Unione Europea
Sensibilizzazione ed educazione dell’opinione pubblica ai problemi dello sviluppo.
 
L’Istituto dedica attenzione all’Educazione allo Sviluppo. Le iniziative sono indirizzate verso la sesibilizzazione dei lavoratori, dei giovani e dell’opinione pubblica sul valore della solidarietà e del concreto impegno in favore delle popolazioni del Sud del mondo.
 
Le iniziative più significative riguardano:
 
Corsi di formazione e informazione per operatori allo sviluppo.
Produzione di pubblicazioni ed audiovisivi.
Convegni eseminari a livello internazionale su tematiche legate al mondo del lavoro, alla formazione professionale e inserimento nel contesto lavorativo dei giovani.
 
Una delle più rilevanti attività di informazione allo sviluppo è stata organizzata da Progetto Sud nel 2005 in collaborazione con la Cooperazione Italiana. Si è trattato di una mostra “Solidarietà ed Impegno: 30 anni di Cooperazione Italiana nel Mondo” presso il Complesso del Vittoriano a Roma, sotto il patrocinio del Senato della Repubblica Italiana. Il Progetto è stato co-finanziato dal Ministero Affari Esteri ed ha avuto una grande risonanza e visibilità pubblica.
 
I settori di intervento
Gli interventi di cooperazione su cui opera l’Istituto sono prevalentemente rivolti ai settori:

Socio-economico, sostegno alla piccola e media impresa
Politiche Ambientali
Valorizzazione delle risorse umane
Pari opportunità
 
Sono definiti Laboratori didattici quando hanno per oggetto la formazione sindacale o Laboratori socio-economici quando mirano alla:
 
riorganizzazione di attività autoctone (pesca, agricoltura, etc.)
attività innovative (comunicazione trasferimento tecnologico, etc.)
attività di servizi (salute, educazione primaria, ecc.)

PROGETTO SUD
PROGETTO SUD
PROGETTO SUD
PROGETTO SUD
PROGETTO SUD